Home arrow APPROFONDIMENTI arrow Approfondimenti arrow Perchè non abolire la NATO?
Venerdi, 28 Aprile 2017
Menu redazione
Home
Chi siamo - Who we are
Dove siamo
Contatti-redazione
Notiziario
Comunicati
Appelli
Notizie dall'Italia
Notizie dal Mondo
English-Spanish-news

Condividi

Sezioni
Basi USA-NATO ITALIA
Link
APPROFONDIMENTI
INIZIATIVE
NOTIZIE
Multimedia
Galleria fotografica
Filmati
Mat.propaganda
Archivio per data
Visualizza archivio
Archivio news letter
Newsletter
Mailing Disarmiamoli


Ricevi HTML?


pace e guerra

sono di essenza diversa.
La loro pace e la loro guerra
son come vento e tempesta.
La guerra cresce dalla loro pace
come il figlio dalla madre.
Ha in faccia
i suoi lineamenti orridi.
La loro guerra uccide
quel che alla loro pace
è sopravvissuto.

B. Brecht

 

 
I piu' letti
Immagini nel sito
Eventi
<<  April 2017  >>
 Mo  Tu  We  Th  Fr  Sa  Su 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Perchè non abolire la NATO? PDF Stampa E-mail

 di Rodrigue Tremblay *

[L'obiettivo della NATO è] "tenere fuori i russi, dentro gli americani, e giù i tedeschi". Lord Ismay, primo Segretario generale della NATO

"Dobbiamo convocare immediatamente una riunione del Consiglio Nord Atlantico per valutare la sicurezza della Georgia. Possono essere prese misure di revisione della NATO che contribuiscano a stabilizzare questa situazione molto pericolosa". Sen John McCain, (8 agosto 2008)

"Se avessimo agito preventivamente con Russia e Georgia, assicurando l'agibilità, la presenza e l'impegno della NATO, avremmo potuto forse evitare questo". Tom Daschle, l'ex Senatore e consulente di Barack Obama, sull'invasione dell'Ossezia del Sud da parte della Georgia e la successiva risposta russa (17 agosto 2008)

"Di tutti i nemici della libertà, la guerra è forse la più pericolosa, perché essa comprende e sviluppa il germe di ogni altro nemico". James Madison (1751-1836), quarto presidente degli USA

Il Trattato Nord Atlantico (NATO) è una reliquia della Guerra Fredda. E' stata creata il 4 aprile 1949 come un'alleanza di difesa dei paesi dell'Europa occidentale, più Canada e Stati Uniti, per proteggere i paesi dall'Unione Sovietica.Ma dal 1991, l'impero sovietico non esiste più e la Russia ha collaborato economicamente con i paesi dell'Europa occidentale, con forniture di gas e petrolio e altre materie prime. Ciò ha accresciuto l'interdipendenza economica europea e quindi notevolmente ridotto la necessità di un'alleanza militare difensiva al di sopra e aldilà di un sistema autonomo di difesa militare dei paesi europei.

Ma il governo degli Stati Uniti non vede le cose in questo modo. Preferisce mantenere il ruolo di paternalistico protettore dell'Europa, incontrastata superpotenza del mondo. La NATO in questo senso è strumento funzionale. Ma il mondo dovrebbe forse preoccuparsi di chi va in giro per il pianeta con una lattina di benzina in una mano e una scatola di fiammiferi nell'altra, pretendendo di vendere assicurazioni anti-incendio.

D'ora in poi, lo dimostrano i fatti, il governo degli Stati Uniti e la nomenclatura statunitense vedono nella NATO un importante strumento di politica estera di intervento in tutto il mondo. Dal momento che molti politici USA non riconoscono più nelle Nazioni Unite l'organizzazione suprema internazionale preposta al mantenimento della pace nel mondo, un organismo come la NATO controllato dagli USA sembra, ai loro occhi, il miglior sostituto dell'ONU per fornire la copertura giuridica necessaria alle imprese militari – altrimenti illegali – intraprese in tutto il mondo. Preferiscono il controllo completo di una piccola organizzazione come la NATO, anche se si tratta di una istituzione superflua, piuttosto che dover scendere a compromessi con le Nazioni Unite, dove gli Stati Uniti, non hanno che uno dei cinque veto al Consiglio di Sicurezza.